UNDERLIFE

by FFiume & Clas K

/
  • Record/Vinyl + Digital Album

    Deluxe 12" vinyl preorder of "Underlife"
    Black Limited to 100 copies worldwide.

    Includes bonus instrumental cuts,
    plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Includes unlimited streaming of UNDERLIFE via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Message from strettoblaster: Due to the COVID-19 pandemic, we are temporarily unable to mail records and other physical merchandise. We appreciate your support, and we will ship your order as soon as we can.
    edition of 100  10 remaining

      €29.90 EUR or more 

    You own this  

     

  • Digital Album
    Streaming + Download

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.
    Purchasable with gift card

      €7.90 EUR  or more

    You own this

     

  • Full Digital Discography Full Digital Discography

    Get all 14 strettoblaster releases available on Bandcamp and save 10%.

    Includes unlimited streaming via the free Bandcamp app, plus high-quality downloads of ORNELLA, HIP HOP, SKOPPIO, #UNDERLIFE_RMX, MUSICA LEGGERA, FOCUS, UNDERLIFE, #TheIrhuExperienceRMX, and 6 more. , and , .

    Purchasable with gift card

      €92.81 EUR or more (10% OFF)

    You own this

     

  • Limited Edition Cassette
    Cassette + Digital Album

    High-bias cassette tape with variant cover,
    includes one bonus track and all instrumental tracks.

    Only 20 copies available!

    Includes unlimited streaming of UNDERLIFE via the free Bandcamp app, plus high-quality download in MP3, FLAC and more.

    Sold Out

1.
02:27
(Rit.) Sogno macarena, magari un'amarena umore in altalena, domani fuori a cena poi chissà porto crusca in Accademia, uno per 'sta nenia scusa, chiedo venia, dov'è l'eternità? Dammi macarena, magari un'amarena umore in altalena, sì, domani poi chissà porto crusca in Accademia, uno per 'sta nenia scusa, chiedo venia, dov'è l'eternità? (Bridge) Unico con uno scopo lurido muovo me nell’umido dirado nebbia e fumo sto da solo in fondo al bus luci si radunano i negozi adesso chiudono ho un blues che sa di luminol ma dove sta?! Tengo melma che ritempra merda sul taccuino ho grandi ali che si aprono sull’acquitrino gente a Dublino dettaglio descrittivo fuoco decisivo incisivo canino cattivo rabbioso e personale perso nella sera in cui risalgo quelle scale quale panorama? su dal sesto è trama gabbia scrivo poche lettere e la notte già mi guarda macchia sulla maglia mi affaccio e poi sapranno tutti il resto tengo frasi a stento trovo il senso cerco un senso perso su nel flutto con un gesto adesso sgomito rimasto nello stereo in pieno effetto corico Rit. Sogno macarena, magari un'amarena umore in altalena, domani fuori a cena poi chissà porto crusca in Accademia, uno per 'sta nenia scusa, chiedo venia, dov'è l'eternità? Dammi macarena, magari un'amarena umore in altalena, sì, domani poi chissà porto crusca in Accademia, uno per 'sta nenia scusa, chiedo venia, dov'è l'eternità?
2.
Alieno come nano nano propano che propago profano per la tipa se l'amica mi dà spago spano senza pausa senza plauso off radar camo capo Franco Causio da scalo a a scalo calo cool interstellare scaldo il pericardio manco fossi L-Mare mando a pascolare il cardiovascolare senza plagio o pare spacco pane minimale semino il banale e vengo in pace per il bene nel buio di Babele contrapposte mille schiere a spasso tra sirene e singhiozzi di iene e spesso mi si chiede se il percorso conviene ho la nonchalance di chi viene dal basso testa sulle spalle e palle quadre sul passo lasso temporale breve tic tac tasto basto la metà e poi metà te la lascio Rit. Alieni siamo gli alieni Alieni vieni con gli alieni alieno come nano nano vocabolario amaro avaro d’entusiasmo quando il chiasmo non è chiaro chiavo come Giano ti fotto il cranio mi rollo un capocollo e resto a mollo nel mio guano capo all’arrembaggio nel tuo borgo porto lo stile più selvaggio in viaggio con il mondo a bordo baccano in sottofondo convenzioni sfondo rumore bianco sporco boom boato sordo nell’ingranaggio con un aggeggio storto granello che non lascio mai di polvere nel solco la differenza porgo perché o come lo scemo del villaggio con me non ha parole hardcore uno qui non vale uno rimane solo fumo relativo in assoluto stile dissoluto me la vivo risoluto un saluto a chi mi segue e chi mi vede sa che sputo un messaggio estremo funky se non crepo brucio merde al verde flow finché le cremo credo solo in me e nel dio padre superiore Jah Rastafari Clas chiudi la missione
3.
4.
5.
01:44
un gioco con gli sguardi sopra i tagli del vestito uscito controvoglia fuori soglia l’hai capito? lipstick e un sorriso un po’ sbiadito parla bene quel tuo amico ti ha messa qui vicino ho l’alibi perfetto e in più mezz’etto di caffè mi piace il tuo carré e il tuo senso del tempo dovremmo un po’ più spesso forse già da adesso spezzo il cheesecake e guardo il vuoto dentro me sei fuori ma m’intrighi hai gesti suggestivi clandestini tramonti repentini sulla City travolti dall’esplodere d’istinti tramortiti che più che sopiti eran stecchiti e seppelliti potremmo complici amanti oppure amici mi piace quel che dici e come lo dici benedici le radici e il frutto della vigna hai lo stile di chi ha sfregi e tutta grinta
6.
7.
passa quel che passa il convento il vento in faccia pochi spicci nella sacca giù col tempo tempo come cocci di risacca ridono di oggi che domani ci si sazia se passa sto tempo notte tempo spossatezza penso a dare un senso al portamento sulla testa resta il firmamento reminiscenze al caldo come a ferragosto fresco sotto un oleandro soffri e stai ridendo e questo loro non lo sanno navigano a vista finché non ti troveranno per tempo pagheranno tutto quanto tutto caro tutto me lo diceva mena non ascoltavo buffo e deprimente come Reggio nell’80 in cento giorni cento volte a volte la mente invade l’alma la gente non c’ha alba la serranda salta a tempo a tempo adesso falla e chi la tratta meglio? meglio un sogno al giorno o girare giorni sveglio a chi resta il cappello io catturo l’attimo e lo spello dammi 5 stelle (ma) parlo di un ostello faccio a castello in questo mondo vuoto solo un uomo solo con un viaggio poco noto tra puttane a nolo e nuovi geppetti a nuoto so qual è il mio ruolo e a tempo spicco il volo anima fredda e buia coscienza tumida cartina umida dammene una anche se l’ultima la pratica si accumula sul battere pattina tra lettere di nettare e carattere mi connette al beat come l’etere con l’internet nettamente hip potente in scala Richter ritmiche che hop quando metti me nel swing volo in divenire con lo stile sempre in sync mesmerizzo l’alfabeto l’ingrandisco lo completo lo corredo con un velo di quel dolce non so ché se competo non concedo chiedo passo che non cedo io di altri non ne vedo come metro ho me il mondo vuole che tu chieda scusa (scusa?!) tiene chiusa la cambusa e ti rifiuta il buffet al pulsare delle rime corrisponde l’annuire delle teste che per prime hanno scelto FF negli annuari alla voce foce a delta estuario sedimenta ed alimenta la coscienza flusso con la media su a livello fantascienza pace a Sentenza ed Osaka Sensei questo è per la gente che mi sente in pieno effetto per chi stecca sto pezzo e lascia un pezzo in hall of fame per la fame ed il rispetto della fame che ci metto il vero dallo Stretto assieme a Clas K

about

#ratmatazz

-------------------------------------------------------------------------------------
underlife
(noun)
Definition:
a) life beneath the surface, or concealed from common knowledge;
b) emotional truths that reside beneath the respectable patina of our public lives.
-------------------------------------------------------------------------------------

credits

released October 11, 2018

Produced, scratched, mixed and mastered by Clas K at Barflies Studio, Rome, Italy.
Written and recorded by FFiume at Baskerville Basement, London.
Art Direction & Visuals by Jacopo Tripodi, parts unknown.

A strettoblaster joint, 2018.

license

all rights reserved

tags

about

strettoblaster London, UK

strettoblaster.com
beats, pieces, wrong ideas

Digging into subcultures.

Est. 1993.

contact / help

Contact strettoblaster

Streaming and
Download help

Shipping and returns

Redeem code

Report this album or account